Mi chiamo Katie Davies, ho 29 anni e vengo dal villaggio di Nantymoel, nelle valli del Galles meridionale. Ho due bambini e la mia famiglia si occupa di allevamento in queste terre da oltre 80 anni.

Nantymoel Farm è una fattoria in collina, di circa 1.500 acri. Qui ci prendiamo cura di 1.000 ovini “South Wales Mountain” e di 30 bovini “Welsh Black”, quindi entrambe razze autoctone.

Il nostro lavoro consiste nell’allevare il bestiame unendo i metodi tradizionali ai sistemi più moderni. E non potremmo fare tutto questo senza l’ambiente che ci circonda: gli allevatori hanno bisogno dell'ambiente per svolgere il loro lavoro e l'ambiente ha bisogno di noi perché possiamo prendercene cura ed essere in qualche modo suoi “ambasciatori”.

Ci sono molte specie di fiori e animali selvatici nella fattoria, quindi è davvero indispensabile prendersene cura. Lo facciamo utilizzando anche tecniche di pascolo sostenibile.

In questa fattoria ci concentriamo sulla produzione di carne bovina e ovina di altissima qualità. Il benessere degli animali è fondamentale per noi: assicurarsi che gli animali siano curati, sani e felici è la nostra missione.

L’Agnello Gallese vanta il marchio IGP che garantisce al consumatore uno standard di alta qualità e una provenienza garantita - nato e prodotto in Galles, e macellato in un macello approvato da Hybu Cig Cymru. Significa anche che l'agnello viene allevato secondo standard di benessere animale molto elevati.

Del resto, basta pensare agli agnelli gallesi che pascolano sulle colline che si perdono a vista d’occhio: è facile capire che vivono in un ambiente sano e pulito e si nutrono di erbe autoctone, come l'erica e i fiori di campo. Anche questo contribuisce a determinare il gusto unico di questa carne.

Adoro stare in fattoria. Ho sempre desiderato farlo sin da quando ero bambina, volevo proprio essere una pastorella! La parte che amo di più del mio lavoro? Stare lassù, sulla montagna, con le pecore e il mio cane, e ricordare cosa stiamo cercando di fare…

Potrei essere di parte, ma posso sicuramente riconoscere la qualità di un manzo grass fed. Ma ancora una volta, penso che siano gli stessi consumatori, ristoratori, chef e macellai a riconoscere questa qualità e a determinare il successo di questa carne così speciale.