Spesso ci ritroviamo sui fornelli intenti a preparare qualcosa che possa piacere a tutta la famiglia, sperando che le nostre idee possano essere apprezzate anche dai più piccoli. L’Agnello Gallese IGP si presta perfettamente per diverse modalità di cottura e preparazioni, forte anche della sua attitudine ad essere abbinato a contorni quali patate e verdure. Noi abbiamo pensato a due valide proposte per cucinare l’agnello, in modo tale da garantire sempre piatti unici e sfiziosi, con un occhio di riguardo soprattutto a qualità e leggerezza.

Agnello Gallese IGP al forno

Un modo salutare e leggero per preparare l’agnello è certamente quello di cucinarlo al forno. Magari con un contorno di patate, per renderlo ancora più appetitoso. Ecco dunque che risulta sufficiente marinare dei tranci d’agnello nel vino rosso con aglio e aromi, per poi disporli in una teglia insieme alle patate tagliate a cubetti. Un pizzico di sale, olio, rosmarino e, dopo circa mezz’ora in forno, non vi resterà che richiamare i commensali a tavola. Anche i più piccoli si leccheranno i baffi.

Agnello Gallese IGP in padella

I peperoni in aggiunta per regalare sapori contrastanti, il vino bianco e il burro per lasciare che il piatto rimanga morbido e saporito. Sono giusto tre accorgimenti che possono rendere saporito l’Agnello Gallese IGP anche preparato in padella. Basta tagliare la carne in cubetti e lasciarla rosolare con vino bianco e burro, per poi aggiungere i peperoni già tagliati. 40’ minuti di cottura e anche questa volta la vostra idea verrà apprezzata da grandi e piccini.